Attacchi O-Ring e/o Locator

Attacchi O-Ring e/o Locator

L’ utilizzo di questa tipologia di attacchi, su un minimo di due impianti, è sicuramente la soluzione implantoprotesica più accessibile sia in termini di semplicità di esecuzione che di costo. L’attacco a pallina è costituito da un abutment con estremità sferica e da una cappetta (bottone) di riscontro incorporata nella placca protesica. La ritenzione avviene per mezzo dell’O-Ring, un dispositivo in materiale elastico, fissato sotto la protesi e inglobato in una capsula metallica. La porzione elastica (O-Ring) del bottone, premuta sull’abutment, supera la massima circonferenza di questo, trattenendo così la protesi che può essere rimossa dal paziente con una certa trazione. Tra la sfera posta sull’abutment e il tetto dell’elemento ritentivo, uno spazio libero permette alla protesi di muoversi in senso verticale, sfruttando l’appoggio mucoso e limitando così il carico sugli impianti.

ring