Elettroerosione

ELETTROEROSIONE

Ben quindici anni fa, la Wilocs è stata tra i primi laboratori ad utilizzare la tecnologia dell’elettroerosione: processo erosivo di metalli mediante scariche elettriche che ha un’importanza fondamentale in odontotecnica, permettendo l’esecuzione delle protesi in metalli nobili e non preziosi con l’eliminazione definitiva del rischio di corrosione galvanica da bimetallismo.
Caratteristica di questa tecnica è lavorare tutti i materiali conduttori di elettricità (metalli, leghe, carburi, grafite, ecc…) qualunque sia la loro durezza.
Altro indubbio vantaggio è l’eliminazione dell’attacco, punto debole delle protesi combinate: l’attacco saldato, infatti, di solito tende ad usurarsi e a perdere quelle caratteristiche che si erano cercate alla sua installazione. Con gli attacchi, inoltre (compresi quelli d’autore), si avrà sempre un fenomeno di tolleranza, anche minimo: mentre l’elettroerosione è perfetta.